PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Atene

Seppur
con sdegno
da l' Olimpo
gli dei
mirano
l' odierna Atene,
culla e sede
di una civiltà
con pochi eguali,
Zeus
in persona
saette e fulmini
non lancia,
ma i lumi
de l' intelligenza
loro
accende,
per trovare
ai problemi
de lo Euro impertinente
una soluzione
da appagar
ogni coscienza
al fin.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 06/05/2010 21:01
    Molto particolare.
    Bravissimo!...
  • loretta margherita citarei il 06/05/2010 20:09
    quando lo stato fallisce, bei versi
  • Anonimo il 06/05/2010 20:02
    Stile particolare
  • Anonimo il 06/05/2010 19:57
    Amico mio, ma allora è una fortuna per i Greci che Zeus non è ancora andato in pensione!
  • Anonimo il 06/05/2010 19:53
    Interessante accostamento della mitologia ai recenti fatti di cronaca. Molto apprezzata per la tematica e letta con vero piacere. Complimenti!!!
  • Anonimo il 06/05/2010 19:27
    Piaciuta, Don Pompeo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0