PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una breve storia del '59

Era una bambina, bambolina
possedeva un mondo da vivere
respirare, abbracciare
giocava con il suo tempo
giocava con i gatti
nulla finiva, nulla moriva
tutto esisteva da sempre, per sempre
anche le mani bramose, disgustose
che un giorno la presero...
si trasformava lo scenario
si tramutavano i volti
e la gattina annaspava
nell'acqua del gioco finale
lasciando alla bambina
la sua favola interrotta
" Mamma, a gattaredda è morta,
mamma a gattaredda è morta..."

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/04/2014 09:15
    Non sono brava come gli Altri ad interpretare... Questa tua mi ha lasciato dentro un senso di angoscia profonda, senza un nome preciso, con punti interrogativi dai quali ho voglia di fuggire per tuffarmi nel tuo <presente> e cercare di viverlo insieme a Te. Vera

4 commenti:

  • Anonimo il 08/05/2010 08:08
    Poesia originale.. molto bella complimenti!!
  • denny red. il 08/05/2010 01:11
    molto bella!! bravissima!!
  • loretta margherita citarei il 07/05/2010 21:26
    bella, scritta bene
  • Anonimo il 07/05/2010 19:35
    I ricordi delle nostra fanciullezza e poi crescendo l'adolescenza l'amore per le cose che semprano non esserci più in realtà sono sempre dentro noi.
    Bella molto bella.