accedi   |   crea nuovo account

La mia pina

Vorrei un letto fatto di stelle
e le lenzuola di petali di rosa
ed i cuscini di fiori multicolori
ed il soffitto del cielo infinito.
Vorrei mia moglie com'era
con il corpo scolpito nella carne,
tiepida e morbida al tatto della mano,
sinuosa al chiarore della luna;
vorrei sfiorare con delicatezza la sua intimità
e tac: un bel bambino, sano e paffutello
e tac: una bella bambina con gli occhi di cielo.
Mia moglie amava tanto i bambini
e desiderava una famiglia numerosa:
quattro figli abbiamo avuto:
Fabio, Luigi, Daniela, Flavia;
quattro bei bambini sani ed intelligenti
che giocavano allegri in casa a far guai
e mia moglie, Pina, era orgogliosa
dei suoi gioielli quando andava
in giro per le strade della città;
erano in scala uno dietro l'altro.
Avrebbe voluto altri bambini,
li piacevano tanto,
ma eravamo una famiglia modesta,
io solo lavoravo e la Pina mi aiutava
facendo le pulizie domestiche in città.
Eravamo felici con tanti sogni
nel cassetto della fantasia e tante
attenzioni ed amore da dare
ed insegnare ai nostri figli
ed ora che sono grandi, sono
in giro per il mondo, con un lavoro
ed una famiglia e tanti figli da mantenere.
Ho quindici nipoti
e forse c'é ne uno in arrivo.
Un evviva alla Pina che mi ha lasciato
per andare in cielo a giocare
con gli angeli bambini,
la vedo in mezzo ai paggetti
del cielo dai corpi tondi e carnosi
che fanno i dispetti e tirano
maldestramente il velo bianco
della Vergine che sorride maternamente.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • salvo ragonesi il 29/10/2011 21:46
    una bella poesia dolce e commovente
  • Gas Disaster il 25/04/2011 14:45
    "Li piacevano tanto"? Oh god!
  • Anonimo il 08/05/2010 11:40
    Regali emozioni e fantastici quadretti d'autore... grazie e bravo!
  • - Giama - il 08/05/2010 10:07
    splendida! sentitissima!
    gia
  • laura marchetti il 08/05/2010 08:55
    stupenda dedica ad una meravigliosa persona... un angelo
  • carmela marrazzo il 08/05/2010 08:46
    è molto dolce e serena nell'accettazione della morte, segno di una vita vissuta appieno senza rimpianti. Tenera l'immagine della tua Pina che gioca con gli angioletti come qui giocava prima coi figli poi coi nipitini.
  • Vincenzo Capitanucci il 08/05/2010 08:42
    Molto toccante Luciano... vorrei mia moglie così come era... per amarla qui su terra in eterno... Amore...

    Un evviva a Pina... sempre presente...