PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Divagare notturno

Nel cortile infreddolito
danza inquieta
una foglia tremolante.
Al chiaror della luna
la culla dolcemente
il soffio leggero
della brezza.
Abbarbicato tra sassi
e polvere ocra inumidita
il vetusto albero ricurvo
contempla le stelle e
si inchina compiaciuto.
Quiete notturna
tra le grigie pareti
assonnate,
solo il battito di un cuore
e l'ansimare convulso
tra sogni pacati e
incubi minacciosi.
Giungi in silenzio
accarezzi il mio viso
e con un bacio rassereni
il mio animo in tempesta.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 08/05/2010 17:50
    La chiusa è emozionante, brava Maria
  • loretta margherita citarei il 08/05/2010 15:27
    dolce poesia d'amore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0