PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Con l'anima in mano

forse ho cercato
una montagna
colorata d'amore,
in uno spazio vuoto
e non c'era.
Forse ho desiderato
di partire,
ma ad spettarmi
tu non c'eri.
Forse ho visto
aperta
la porta del tuo cuore,
ma era chiusa per me
a doppia mandata.
forse ho sognato
di possedere
il tuo desiderato corpo,
ma dell'anima tua
ho avuto rispetto.
Mai ho pensato
di entrar per forza
nella tua esistenza,
di oltraggiar
la tua essenza.
E svanisce così
e svanisce per me
un desiderio
forse proibito.
E la mia voce più
non sentirai
se non sarai tu
che la cercherai.
Io sono qui
con l'anima in mano
ed il cuore che batte.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • enrico casciani il 05/12/2010 08:57
    trasferisci il dolore in parole a volte oscure (perchè doppia mandata? non ne basta una a chi soffre pene d'amore?) ma come dice annamaria ribuk sii pellegrno
  • Annamaria Ribuk il 19/05/2010 11:22
    ... non aspettare... sii pellegrino e dona Amore...
    ... farai felice la tua anima ed il tuo cuore... Ann!
  • tania rybak il 18/05/2010 18:04
    se aspetterai troppo a lungo, no ti accorgerai, che il tuo vero destino ti è appena passato vicino e tu, perso a sognare il passato, non saprai cogliere, ciò che è per te veramente destinato... bella poesia, OTTIMO FINALE, BRAVO
  • Fabio Mancini il 10/05/2010 21:20
    Molto bella l'ultima strofa, dalla quale si evincono tutti i tuoi buoni sentimenti. Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 09/05/2010 22:12
    Grido di rabbia e malinconia! Bei versi! Complimenti Fernando!
  • alice costa il 09/05/2010 14:44
    molto bella... dolcissima e malinconica...
    Bravo
  • Nicola Lo Conte il 08/05/2010 22:14
    Riconoscere... e non essere riconosciuti!!!
    Purtroppo succede... ma chissà!
  • Anonimo il 08/05/2010 21:24
    Per le persone sensibili è normale interrogarsi sul perché di situazioni ed esperienze andate in un certo modo. Forse, a volte, dipende soltanto dal non aver incontrato il proprio simile. La tua poesia descrive stati d'animo e momenti in maniera scorrevole e vera.
  • laura marchetti il 08/05/2010 20:48
    lucida analisi di un sentimento, che lascia spazio al sogno, o forse solo alla rassegnazione, molto bella
  • Anonimo il 08/05/2010 19:54
    Tristi versi che lasciano aperta la porta della speranza "tutto è finito ma se vuoi io sono ancora qui cercami se vuoi"
    No so caro Fernando cosa augurari... so però per esperienza che se un amore finisce è difficile che possa tornar nuovo.
    Auguri
  • loretta margherita citarei il 08/05/2010 18:14
    bei versi melanconici

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0