accedi   |   crea nuovo account

Vedrai

Vedrai
le stelle cadere
e ti chiederai
dove andranno a morire
come certi elefanti
che sanno dove andare
senza sapere perchè.
Vedrai
le maree salire e abbassarsi
e ti chiederai
chi regola questi movimenti
come certe febbri dell'anima
che non sanno perchè crescono.
Vedrai
le rose fiorire
e ti chiederai
perchè non fioriscono le spine
come certe guerre
che nascono e muoiono
lasciando vita e morte dentro sè
ma non vedrai
nè ti chiederai
perchè vivi
ma saranno certi attimi
a farti capire l'incomprensibile
umiltà del tempo.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 02/08/2014 14:53
    Bella... affascinante riflessione, secondo me, sull'eterno e insoddisfatto interrogativo sul senso della vita che continua a essere incomprensibile anche se un passo in quella direzione si farebbe se riuscissimo a guardare dentro di noi... ottimo testo... bella lettura..

3 commenti:

  • Anonimo il 09/05/2010 21:30
    Mi è piaciuta
    bella, l'umiltà del tempo
    complimenti
    ciao
    Angelica
  • loretta margherita citarei il 09/05/2010 19:20
    bellissima riflessione.
  • vincent corbo il 09/05/2010 18:34
    Secondo me una poesia bellissima, semplicemente c'è da correggere un piccolo errore di ortografia "certe febbri" al posto di "certi febbri"; poi devo aggiungere che la ripetizione del "ma" nel terz'ultimo verso forse appesantisce un po' la composizione.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0