accedi   |   crea nuovo account

Come una preghiera

Mi sorprendi
pallida mattina
a snocciolar ricordi
come in un rosario
Lacrime, gocce di
rugiada sui capelli
come fili d'erba,
feriscono il ricordo di carezze
Soffusa luce di un giorno
sul balcone che in solitudine,
ricomincia a cantare
Bussa,
un raggio di sole
alla finestra,
per poi sparire cancellato
dalla gomma delle nubi
Pallida ritorni,
stesa sul letto
il rosario tra le dita, ferme
come quell'ultimo saluto
che hai rivolto
al Cielo

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • denny red. il 10/05/2010 02:14
    .. per poi sparire cancellato dalla gomma delle nubi. Laura.. che versi!! BRAVISSIMA!!!
  • Anonimo il 09/05/2010 19:03
    Un po'triste, ma piaciuta
  • loretta margherita citarei il 09/05/2010 19:02

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0