accedi   |   crea nuovo account

Solo

Sdraiato sul letto, mi percuoto il petto,
guardo il soffitto, mi percuoto il petto,
sogno l'amore perfetto e mi percuoto il petto.

Osservo l'uccellino, e sogno l'amor divino,
studio lo scoiattolino, e fremo per averti vicino,
ascolto il canarino, e bramo il tuo dolce visino.

Or è tutto vuoto, senza storia e senza moto,
nulla è più credibile, senza te vivere nn è possibile,
ti ho lasciato e nn mi pento, ma soffro e nn son contento.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • matteo sagazio il 22/06/2010 00:19
    sembra quasi che non trovavi le parole per esprimere quello che realmente provavi quando l'hai scritta, spesso è complicato
  • marco terrabruciata il 26/04/2007 00:05
    la fine forzata di una storia... bella e triste.. cos'hai in fondo al cuore fratello mio?
  • sara rota il 10/04/2007 09:45
    Una poesia ricca di rime, metafore e tanta tanta solitudine, soprattutto l'ultima terzina. Ben scritta. Bravo
  • Riccardo Brumana il 22/03/2007 09:05
    bella la struttura, meno le metafore. a volte si dice "meglio soli che mal accompagnati" certo è che la solitudine divora la voglia di vivere. nel complesso una bella poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0