accedi   |   crea nuovo account

Leonessa

incessanti e reiterati oltraggi
ferali
inficiano, segnano
più della erosione torrentizia
ma, non piegano l'altera dama
leonessa
in tutti gli atti vitae
e come tale
si scaglia, espugna
con artigli lessicali
retrivi fortilizi
furiosi ruggiti
piegano e spazzano
esseri gelatinosi
paludati d'uomo
ferine fauci, sgomentano, travolgono
il dispotismo senza dignità

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 13/05/2010 17:21
    versi come ruggiti...
    molto bella!!!
  • Dolce Sorriso il 13/05/2010 12:18
    è belissima
    molto apprezzata
  • loretta margherita citarei il 12/05/2010 15:36
    stupenda dedica, la vita è una giungla, bisogna sfiorare gli artigli, la leonessa ruggisce e difende i suoi valori,
  • Anonimo il 12/05/2010 14:03
    Piegano ma non spezzano, con dignità vengono messi al tappeto...
    bella dedica allle donne Ignazio, grazie!!

  • laura marchetti il 12/05/2010 09:49
    leonessa che travolge il dispotismo, quando la donna riesce a ribellarsi ad un'ingiustizia, ma senza atto di forza solo con l'autorevolezza della propria dignità... molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0