accedi   |   crea nuovo account

Ghiaccio Nero

I

La candela
è diventata ormai
ghiaccio
nero
che cola
lungo le vie dell'anima

e non pare dannarsi
né preoccuparsi
di te
e di me
che siam lì
stesi, accanto a lei

e non pare, lei
dannarsi
e preoccuparsi per noi
che siamo, lì
ovunque ci sia cenere
ovunque ci sia anche
spiraglio di luce
soffuso
sulla punta dell'anima

sui monti è colata la cenere
e il manto nero
che aveva indosso
il dolore mio
e quello di tutti quelli che
come me, cercano
qualcosa

sui monti è colata la cenere
assieme alla neve
e ai soffi di bocche
che
per non urlare
i boati d'animo
preferiscono sussurrare
l'agonia del loro cuore
s'è aggiunta anche la fiamma blu
dello spirito immenso
che pervade le bocche

II

Le bocche che si socchiudono
appaiono all'improvviso
sui monti dell'anima

12

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 28/06/2010 16:50
    brava bei versi... molto interessante il tuo scrivere
  • Free Spirit il 17/05/2010 16:02
    Bocche socchiuse che non riescono o non vogliono urlare quei boati d'animo, preferendo sussurrare l'agonica afonia dei cuori.
    Orecchie che si fanno mute per ascoltare il silenzio d'alma, quel vacuo interiore in melanconici soffi, che sbuffa nel cranio tra cinerei neuroni.
    A volte ci si lancia in ardue ricerche introspettive, verso l'ascesa alle vette dell'anima, dove si riesce a ritrovare quel prezioso silenzio e a riaccendere quei lumi soffusi, sopiti dentro noi.
    Molto bello ed espressivo il tuo poetare, sei brava a trasmettere con i tuoi versi sensazioni ed emozioni personali, la poesia ci aiuta ad elaborare un'analisi introspettiva di noi stessi, a guardarci dentro e tu lo fai bene.
    Saluti
  • Aedo il 14/05/2010 00:02
    La tua poesia rappresenta un viaggio dentro te stessa, alla ricerca di qualcosa che manca e sfugge: non mancheranno mai cenere e ghiaccio, che renderanno il cammino tortuoso, ma la strada è tracciata. Bravissima!
    Ignazio
  • Federica. il 12/05/2010 20:50
    Oh che complimento! Grazie mille! Davvero ^_^
  • Anonimo il 12/05/2010 19:38
    Le tue poesie non sono mai banali.
    Brava Fede 5 stelle