PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chiavi

La vita,
una palestra,
correre, sudare, pedalare.
Paghi un biglietto che
non viene mai rimborsato,
anche quando decidi di fermarti,
quando dietro l'angolo
in agguato, lei ti salta addosso
spogliandoti della tua voglia di vivere
e fugge, con la tua borsa di sogni
di speranze.
Ti guardo,
mentre sposti i capelli
occhi spenti, di una dignità ferita
senza più lacrime.
Non sai come, nè dove, nè quando
l'hai incontrata
non cerchi, non chiedi
solo la mia mano, dici,
hai paura della gente,
la tua bicicletta non ha più pedali
ed io vorrei trasportarti
anche se i miei freni sono sempre tirati
e le mie ruote sono piombo.
Mi guardo dentro la borsa
ho un mazzo di chiavi,
anche questa volta
rientrerò...

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Alessandro Valentino il 28/03/2011 20:29
    Buon poema Laura! È sempre bene in ogni caso tenersi un mazzo di chievi di scorta

    LoScemoDelVillaggio
  • tania rybak il 13/05/2010 16:15
    non perdere mai le chiavi
  • patty picci il 13/05/2010 12:28
    mi gradisce tanto la tua poesia... brava
  • Anonimo il 13/05/2010 11:51
    Bellissimo tema... belle metafore appropriate alla solitudine, alla pazzia o depressione che volevi trasmettere.
    Piaciuto molto il verso... vorrei trasportarti anche se i miei freni sono sempre tirati e le ruote di piombo. Stupenda immagine del desiderio di aiutare gli altri anche se ci sentiamo impotenti. 5 stelle.
  • Auro Lezzi il 13/05/2010 11:38
    La vita per Laura.. Ma me stava a scappà una battuta...
  • Antonietta Mennitti il 13/05/2010 11:22
    Piaciuta Laura... Brava!
  • Simone Scienza il 13/05/2010 10:24
    la vita borseggiatrice di entusiasmo... efficacissima e piaciutossima... issima... issima metafora.
    Stai serena, non troverà mai tutti i duplicati delle tue chiavi... potrai sempre rientrare
  • Anonimo il 13/05/2010 10:19
    Poesia e sia poesia. Avrei evitato l'uso di pronomi il verso sarebbe stato molto più veloce e meno personale. (Scusa stò rompipalle). Mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0