accedi   |   crea nuovo account

Follia

Dove sta il limite?
Lo specchio riflette
due occhi che scrutano
osservano, analizzano
cercano,
fra risposte palliative
e pillole di ragione
già persa in partenza,
dentro
un'estrema dilatazione degli spazi
dove il vuoto domina
prepotente dalla cima
di un sentiero.
Estrema... mente
all'estremo delle sue possibilità
Là,
dove gli occhi non hanno luce,
dove le orecchie non sanno sentire,
dove le mani non riescono ad afferrare.
Dov'è il limite
fra normalità e pazzia?
L'uomo stesso
che si pone limiti...
un filo sottile
le separa,
l' illusione...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • denny red. il 14/05/2010 06:35
    PASSO PIÙ TARDI.. LAURA, SONO IN MEZZO AD UNA FOLLA DI FOLLIA, DEVO PRENDERE UNA VIA CHE MI PORTA ALLA PAZZIA, CHE FOLLIA!!! STÀ POESIA!!! SEI IN FORMISSIMA!!! STAI COPERTA, ALLA FOLLIA... LA FOLLIA!!???
  • - Giama - il 13/05/2010 19:18
    e chi può dire cosa sia folle e cosa sia normale? la soggettiva teoria della relatività dell'uomo!

    ancora bravissima e stimolo di riflessioni!

    Gia
  • Anonimo il 13/05/2010 17:33
    Molto bella, anche questa tua. Un caro saluto!!
  • Anonimo il 13/05/2010 16:19
    Labile filo, che si può spezzare in ogni essere umano...
    dipende dalla forza interiore e dalle scelte che si fanno.

    Bella riflessione...
  • tania rybak il 13/05/2010 15:26
    sono daccordo con Simone, bisogna essere se stessi, perché ciò che sembra normale per uno è estremo per un altro. quando un acrobata fa un salto mortale, non è follia è un rischio,è vero, ma fatto di continuo esercizio, quindi il finale non è la morte, ma applausi... trasgredire è molto più facile al confronto del porsi dei limiti, ma la trasgressione spesso porta un conto salato da pagare, invece la lucidità e la prevenzione di alcune cose possono salvarti la vita
  • karen tognini il 13/05/2010 15:06

    .. adoro... una sana follia...

    brava Laura
    k
  • Fabricio Luiz Guerrini il 13/05/2010 14:02
    Bella riflessione poetica su un tema complesso.
  • clem ros il 13/05/2010 13:44
    secondo me il filo sottile che li separa è la Follia, con la F maiuscola, dove si è coscienti sia di essere pazzi che normali. I pazzi non sanno di esserlo, e neppure i normali lo sanno. I folli sono perfettamente coscienti perchè altre a tutto, navigano nell'oblio.
  • rea pasquale il 13/05/2010 13:30
    Ma sono anche d'accordo con il grande Simone.
    Ciao
  • francesca cuccia il 13/05/2010 13:25
    Parole vere e belle, complimenti.
  • Simone Scienza il 13/05/2010 13:17
    Gli argini che separano la normalità dalla pazzia dell'uomo sono stati fissati dall'uomo stesso... vedo un leggerissimo conflitto d'interessi

    Per quanto mi riguarda fra normalità e pazzia, io preferisco essere me stesso
    Ottima Lally
  • rea pasquale il 13/05/2010 13:10
    In questa cultura inadeguata all'uomo, molti nutrono una dose di follia.
    Brava come sempre.
    Ciao
  • Anonimo il 13/05/2010 13:09
    Belle riflessioni... verissimo quello che dici. Brava.
  • Donato Delfin8 il 13/05/2010 13:02
    Concordo.
    Ottima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0