PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il treno merci

All'ombra del sole nel magico nord
lungo quelle viuzze fermo a sognare.
La cruna senza spazio il tempo senza ozio
m'avventuro lento dentro il tuo spazio.

L'odore della morte sale dal profondo
non sembra neanche che sia nel fondo.
In piedi dentro il mondo faccio su e giù
ma lasciami tornare non farlo fare più.

Ecco che scivola il fiato sui tuoi piedi
col mio padrone fermo li a guardare.
Mi urta lentamente non mi fa ostruzione
quell'odore di concime non mi rende giustizia.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 05/11/2008 00:15
    grande il tema ma non innamori per come stendi
  • Ivan Iurato il 27/07/2006 02:51
    spiacente... non mi è piaciuta.
    Innanzitutto è più prosa che poesia.
    in secondo luogo non amo le rime baciate che usi...
    il tema dello scritto, poi, potrebbe essere interessante, ma trovo davvero stentato il tuo "svolgimento"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0