username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'albero delle ciliege

Era azzurra e trasparente
l'aria dai pensieri,
quando arrampicarsi come scoiattoli
era facile, come un gioco.
Gote rosse, come ciliegie
che eran lì, rosse e invitanti,
pronte ad essere prese, strappate con le mani.
Di nascosto, dal padrone dell'albero
il sapore era ancora più intenso.
Forse, il primo peccato...
Ma quelle più belle erano tutte lassù,
quasi in mezzo al cielo, irraggiungibili.
Si muovevano al vento a sfidarci,
impossibili, troppo in alto.
Il ramo non conduceva fino al loro cammino
era sottile e poteva spezzarsi.
Le colpivamo con i sassi,
e quando le raggiungevamo
cadevano a terra, come cuori trafitti
sanguinavano e si sporcavano,
come angeli caduti nel volo.
Mentre i merli, incuranti del nostro chiasso
e dello spaventapasseri,
strappavano agilmente in volo,
quei cuori succosi,
trafitti dal becco.
Le ali... le ho sempre sognate
ma la fantasia non va lontano...
L'uomo ha l'intelletto, ma ali artificiali
che non possono catturare le stelle
quelle sono solo degli angeli...
forse lo farà, ma a caro prezzo...
Occhieggiano invitanti le ciliegie dal banco,
ma non le comprerò
oggi costano troppo...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 04/08/2012 13:19
    Poesia splendida!
    Complimenti
  • denny red. il 18/05/2010 00:12
    splendida!! poesia. l'albero delle ciliege. Bravissima!! ben scritta!!
  • Piero Simoni il 15/05/2010 16:19
    concordo: le ciliegie sul banco non hanno lo stesso sapore, se si paragonano poi ai ricordi d'infanzia...
  • tania rybak il 15/05/2010 01:06
    ciò che si conquista con i lividi e sangue è molto più buono e genuino di quello che basta allungare la mano per prendere, ciò che si può avere facilmente perde il suo valore
  • Elisabetta Fabrini il 14/05/2010 22:15
    io adoro le ciliegie... ci vado matta e le comprerei anche a peso d'oro!! sempre brava Laura!
  • - Giama - il 14/05/2010 22:12
    a me è piaciuta tanto non capisco perchè ci siano solo tre stelle!

    Condivido tutto tranne la fine: il sapore dei frutti "conquistati" da bambini non hanno lo stesso sapore ora che si possono avere in maniera fredda e ovvia.

    comunque 5 stelle per me!
    ciao Gia
  • Salvatore Ferranti il 14/05/2010 20:40
    quanto sono belle le tue poesie... come dei racconti in cui immergersi... c'è vita vera...
    e si sente...
  • Cinzia Gargiulo il 14/05/2010 20:33
    Gustosi ricordi dal dolce sapore di ciliegia.
    Bella poesia!...
  • patty picci il 14/05/2010 20:30
    bella.. complimenti
  • Don Pompeo Mongiello il 14/05/2010 20:02
    Fa sempre bene il rimembrar, ci aiuta oggi e ci fa sperare nel domani. Piaciuta!
  • loretta margherita citarei il 14/05/2010 19:24
    piaciuta, bei ricordi
  • Anonimo il 14/05/2010 19:20
    Buone le ciliegie, meno male che non le compro io però 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0