PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad Aphra Behn

Vita è vivere,
vivere è osare.
Ho imparato che ogni azione è azzardo e,
se la vita ci è stata donata per goderne,
dobbiamo rischiare.
Quanto posso, io,
donare me alla vita?
Quanto può la vita possedermi?
Il giudizio, per chi vive vivendo,
è ghiaccio al sole.
L'invidia porta a giudicare
chi è coraggioso.
Osservo il tempo,
lo contemplo
e scorgo me stessa.
Nulla cambia perchè siamo tutti carne.
Carne è desiderio,
desiderio è diritto.
O forse no?

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/10/2013 04:35
    apprezzata complimenti..

3 commenti:

  • Aedo il 15/05/2010 00:26
    Solo chi osa, riesce a trovare il centro di se stesso, al di là dei mille camuffamenti che la società ci impone. Bravissima!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 14/05/2010 21:24
    ben scritta
  • Anonimo il 14/05/2010 19:19
    La trovo "sorpassata" la Behn, ma la tua poesia è degna di lode 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0