accedi   |   crea nuovo account

Black&White

ho una gran confusione in testa
il ricordo di lei galleggia opprimente
ha giocato a scacchi col mio cervello
e col mio cuore ha stappato una birra

vorrei dimenticare ma come si fa?
magari bastasse tirar fuori un foglio
con su scritto “ricordi”
dalla macchina da scrivere della memoria

e strapparlo in mille coriandoli
accartocciati e senza colore
da sparpagliare qua e là
in un triste carnevale in bianco e nero

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 08/11/2011 01:18
    stupenda Duccio, mi è piaciuta un sacco
  • Mirka Naldi il 08/12/2008 13:54
    Il titolo non lo trovo molto appropriato, ma magari ha un significato tutto tuo come è giusto che sia. Al contrario, la poesia mi è piaciuta molto, soprattutto le ultime righe con il paragone dei coriandoli. Bella
  • Egon il 15/04/2007 17:26
    bella apparte il titolo
  • Tiziana Monari il 04/03/2007 11:03
    .. a volte i ricordi vanno lasciati nel cassetto... titty
  • Ire... il 03/03/2007 11:29
    geniali metafore.
  • Gianni Carretta il 01/03/2007 19:28
    sei geniale, giocare a scacchi con il mio cervello e stappare un tappo di bottiglia con il cuore è eccezionale, ancora non ci credo questa si che è roba seria complimenti
  • Antonio Pani il 13/02/2007 15:48
    Molto bella ed efficace. Mi piace la descrizione dell'eterno stridio tra cuore e ragione. Bravo, a rileggersi, ciao.
  • Luigi Lucantoni il 12/02/2007 21:34
    Più si pensa ad una delusione e più ci si dissocia dalla realtà e il tempo che scorre cambiando quel momento non lo vediamo più

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0