accedi   |   crea nuovo account

Più lontani di ieri

Sempre noi,
con le stesse distanze,
ma più lontani di ieri.
Non ci sappiamo più prendere,
non ci sappiamo capire.
Mani che si cercano,
fra le speranze lasciate
in qualche tasca,
disegni di sogni e progetti
da realizzare,
come ponti lasciati a metà,
fra noie di quotidianità
e sussulti di dolore.
Uscire,
dalla rabbia che circonda
la mediocrità di un
saluto distante,
a cercare la luna
quando non sappiamo distinguer
le stelle
che ci passano accanto,
ci sfiorano
e non ci accorgiamo
Pianto
di meteore si disperde
nello spazio,
fra le distanze che ci separano
più lontani di ieri...

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • denny red. il 18/05/2010 00:44
    .. con le stesse distanze ma più lontani di ieri, llaura.. la poesia è ben scritta!!! triste.. intensa..
  • Anonimo il 16/05/2010 22:24
    " a cercare la luna
    quando non sappiamo distinguer
    le stelle
    che ci passano accanto,
    ci sfiorano
    e non ci accorgiamo "

    Il nucleo del pianto... bellissimi versi!!

  • Fabricio Luiz Guerrini il 16/05/2010 17:47
    Purtroppo sempre più lontano, lo hai ben detto, brava.
  • Anonimo il 16/05/2010 09:16
    Pian piano uno storia che volge al suo finire, una lontananza che mi è famigliare, ma tu si sempre forte e non ti scoraggiare.
    Bacio
  • rosella campelletti il 16/05/2010 09:00
    le speranze lasciate in qualche tasca èveramente bella brava
  • Fabio Mancini il 16/05/2010 08:17
    Bella e malinconica. Ma comunque vera. Non ti smentisci mai! Un dolce bacio. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0