accedi   |   crea nuovo account

E tu a chiedermi all'improvviso

Amato Amore mio,
oggi voglio ricordarmi,
di quando le tue labbra
si scontrarono con le mie,
e un dolcissimo bacio
nacque, così, all'improvviso.
I capelli che avrei mangiato
uno ad uno, scendevano
disinvolti, fluenti, risplendenti
di riflessi e adombrati di mistero.
Le lunghe braccia ancora mi cinsero
tenendomi prigioniero del tuo respiro,
io ero tuo, tu eri mia, così era scritto.
Poi, di colpo, il mio sorriso e i tuoi occhi
a chiedermi: sei felice?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • giovanna raisso il 18/05/2010 23:01
    bel ricordo.. tra sorrisi.. capelli.. occhi.. tra felicità di un attimo.. e poi di una vita..
  • Dolce Sorriso il 17/05/2010 14:30
    molto romantica
    piaciuta molto la tua dolcezza...
  • alice costa il 17/05/2010 13:28
    bella questa poesia cosi come il ricordo di quel bacio lontano...
    concordo con Daniela per quell'interrogativo finale...
    bravo!!!!!
  • Anonimo il 16/05/2010 21:57
    Una domanda dell'anima fatta per scaramanzia quasi sobillata dalla paura
    di perdersi...

    bellissima poesia, dolce...
  • karen tognini il 16/05/2010 14:18
    .. bellissima.. poesia... un ricordo... una carezza nel cuore...
  • loretta margherita citarei il 16/05/2010 13:53
    dolcissima,
  • francesca cuccia il 16/05/2010 13:45
    Dolce ricordo con la speranza che la domandi sia naturalezza di felicità o non quella che fa svanire un amore.
    Dolcissima poesia fabio, ciao.
  • Attanasio D'Agostino il 16/05/2010 13:41
    Un quadretto romantico che dialoga con le esigenze del cuore,
    veramente bella un caro saluto Tanà.
  • B. S. il 16/05/2010 12:18
    È davvero meravigliosa Fabio,
    sei unico!
    un bacio.
  • Anonimo il 16/05/2010 09:47
    Con quello che hai scritto come si potrebbe non essere felici, anche se io ho sempre pensato personalmente che la felicità è solo un attimo, quello che invece resta è la serenità non tanto dei corpi quanto dello spirito.
  • laura marchetti il 16/05/2010 09:35
    la risposta è... tra le righe di questa tua stupenda poesia... un bacio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0