username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Spazi

Costruire e poi
riprendersi gli spazi,
dove svettano i sogni
dei grattacieli,
su impalcature di giorni
e schemi rigidi,
sentimenti antisismici.
Riprendersi gli spazi,
occupati dai nostri pensieri
dalle nostre paure,
vuoti, delle nostre solitudini
incomprensioni di un
progetto razionale che esclude
il sentimento.
Il futuro è in cima a quella gru
che aspetta,
le finestre occhi
senza vetri osservano il cielo.
Mezzogiorno fermato,
fra i turni di lavoro
la tua tuta impolverata,
il tuo panino,
ti abbracci le ginocchia
stringendole al petto
ai piedi di quel grattacielo
in uno spazio piccolo,
troppo piccolo,
per pensare e sognare...

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Andrea il 13/09/2012 22:40
    tema sempre attuale trattato con la solita e unica sensibilità... dobbiamo trovare i nostri spazi ma non ci affanniamo nel ricercarli, sempre troppo impegnati nelle occupazioni quotidiane... la poesia è un modo per evadere dalla grigia routine e tu hai saputo esprimerlo con la solita sensibilità...
  • denny red. il 18/05/2010 01:14
    intensa.. poco spazio nella vita.
    bellissima!! CIAOOO!!!
  • tania rybak il 17/05/2010 00:13
    non smettere mai di sognare e non rimanere mai a terra, sai volare, cara colomba, perché privarti di tale gioia, mangia e vola via, originale e bella
  • Anonimo il 16/05/2010 21:46
    Il lavorio della vita, troppo stretta per potersi muovere e pensare...

    bella e profonda Laura
  • Anonimo il 16/05/2010 15:47
    Molto bella Laura.
    Intensa e profonda.
    Piccoli spazi per una vita e i pensieri vacillano.
    Brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0