PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oddio

Brutte facce tutte intorno:
i denti al mattatoio
la pelle dal dentista

in vista un chirurgo per le vene.
Alle signore
iniezioni di fiele.

In parole maleodoranti
battono i bastoni a tempo.
Sotto le labbra grasse
la coda dell'angelo

e tu, il condannato
famelico imbavagliato.
Non ti conosco appena
e la tua femmina mi sorride.

Quattro colpi persi
lì a terra
bagnati.

Scordati nel suono.
Dì le tue ultime poesie
che nessuno ti succhia più

il cervelletto denso
nel lattice imbrigliato.
Sul ginocchio consumato

le piaghe dei tuoi piaceri
e servigi e leccatine.
Bestiola
in lacrime e crinoline.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • antonio castaldo il 17/05/2010 08:59
    alla tua prima... il tuo buongiorno,,,,
    la mia presenza... il mio benvenuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0