PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fuorimoda

Per te non sono più
qel nastro da riavvolgere,
quel solco da tracciare
nè rimango la lucida superficie
d'un DVD o di un Blue ray,
rimango solo una spina
in un fianco senza rose,
una pila scarica non ricaricabile
e mi getti nella spazzatura
senza nemmeno differenziarmi
da altri tuoi rifiuti.
Per te non sono più
un uomo, un maschio, una bambola
ma solo il corpo senza vita di un ricordo
che vuoi distruggere per non ferirti,
una lama che smussi per non tagliarti.
Per te non sono più
ma solo il futuro non sa dare ascolto
al tuo passato che rinneghi,
al tuo presente che scolora
in lacrime d'inchiostro e sorrisi di cellophane.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 16/05/2010 23:11
    Per te sono "niente", nemmeno classificabile, solo una spina nel fianco...

    Bella poesia, mi sento quasi in colpa scrivendo "bella"per quanta amarezza
    contiene!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0