PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

GIOCHI NON PROIBITI

Tu, con occhi ancora fanciulli,
giochi con immagini virtuali
che appaiono, scompaiono,
ritornano eccitanti.
Eccolo a tua mercè è il nemico:
poliziotto, insegnante, genitore.
E la partita comincia
e tu ancora, piccolo ragazzo
ti impegni, centri il bersaglio,
lo insegui, lo fermi,
lo ferisci a morte.
Esulti di orgoglio,
il nemico infame è a terra,
è spento!
E un altro ne cerchi
con cursore amico
e il gioco continua
suadente, allettante,
coinvolgente tanto.
Tu cresci in età
ma non in grazia.
Insidioso germoglia dentro di te
il fiore del male.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0