PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Memoria

Latrati impazziti
agitano il destino.
Lamenti,
scheletri
in cammino.
L'ultima doccia
attende!

Piangono fumo
camini esausti.
Folle onnipotenza
sorride ai carnefici.
Lo scempio compiuto.
Mani
nascondono occhi,
udito annega in
cera di candele,
le stesse accese
sulle finestre
del mondo.

E Voi Sacra Cupola
nascosta in cattedrali,
epitaffi d'ardesia
deposte
su bianche tombe?

Un giorno qualunque sappiate verrà !

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Angelo Senatore il 28/03/2012 15:17
    Bellissima complimenti, scrivi molto bene!
  • giovanna raisso il 30/08/2010 19:45
    quel giorno "qualunque" verrà Franco.. verrà..
    vera la tua rabbia
    ti abbraccio
  • Anonimo il 22/06/2010 21:05
    densa... ben scritta!
  • vincent corbo il 18/05/2010 08:08
    Veramente uno stile accattivante, una composizione molto interessante.
  • loretta margherita citarei il 18/05/2010 05:33
    bei versi è stato tremendo, mai più!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0