PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chi non vuole

La poesia ci conduce così lontani, amore mio,
da annientare tutti gli orologi del mondo,
nel frattempo chi non vuole che tu legga,
non vuole neppure che tu scriva.
Che illusione sognare di dire la nostra,
che sciocchezza pensare di esistere ancora.
Mi prende proprio così... una sorta di richiamo
talvolta leggero e, talvolta, anche e soprattutto pesante,
ma non per questo lo si pensi come a un fardello.
Credo piuttosto che, sia l'uno, che l'altro,
adagiati sullo stesso piano o fusi insieme,
come due amanti diversi
non destino, nell'intero universo,
la benché minima sorpresa o stonatura.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 13/09/2013 06:02
    Molto apprezzata.. complimenti.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0