accedi   |   crea nuovo account

Nicola

La neve cade lenta
Nicola la contempla
seduto sulla moto
di rosso scintillante.

"Dài vieni fuori
giochiamo a nascondino!"
gli dice il cagnolino
seduto sul gradino.

"Non posso! Ho mal di gola!"
piagnucola Nicola
e due grossi lacrimoni
gli bagnano gli occhioni.
" E che problema c'è?
Giochiamo lì da te".

La porta apre Nicola
e fresca una valanga
travolge lui e la moto.
Tra scppi di risate
trascorre la giornata
e quando alla sua cuccia
ritorna il cagnolino
Nicola sorridente
fa ciao con la manina.
Poi lieto e soddisfatto
lui mangia la sua pappa.

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 19/08/2015 09:57
    molto apprezzata... complimenti.

5 commenti:

  • Dora Forino il 21/08/2011 10:47
    Delicata e tenera questa poesia dedicata a tuo figlio Nicola e il uo cagnolino... gradita!
    Ciao!
  • Fabio Mancini il 20/05/2010 19:36
    Dopo il divertimento, l'obbligo della pappa, svolto con allegria e spensieratezza. Che brava mammina! Peccato che sono grande io, altrimenti ti avrei chiesto di adottarmi! Un bacio veloce e piccolino! Fabio.
  • carmela marrazzo il 20/05/2010 14:13
    certo che puoi Laura, mi rendi felice. L'ho scritta per mio figlio Nicola ma è per tutti i Nicola e i bambini.
  • laura marchetti il 20/05/2010 14:09
    bellissima... posso prenderla per mio figlio Nicola? grazie...
  • Anonimo il 20/05/2010 13:41
    Bella filastrocca per bambini e per grandi bambini!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0