PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Idiota

È come se lucertole mi strappassero dall'interno le viscere con furiosa bestialità,
rettili che graffiano e strappano soffiando con una silenziosa rabbia.

Il dalle ferite esce sangue dentro.

piegato penso:

tra passione ed ossessione c'è poca differenza,
la stessa che si trova tra il bagliore e la luce.
È la forza che le differenzia, ne segna il limite
tra il vedere ed il rimanere accecato.

urlo da un tempo che sembra infinito una
disperazione nulla e nascosta.

Capire, classificare dare un nome ed una scatolina
aiuta e calma le lucertole. Buona notte.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 11/09/2010 18:32
    scusa non mi piace proprio per nulla, l'ho solo letta perchè visto il titolo pensavo parlasse di me...
  • simona bertocchi il 20/02/2008 21:53
    dare una forma all'urlo non è facile... ci sei riuscito. Grazie per queste belle emozioni.
    Simona
  • Anonimo il 23/08/2007 11:01
    Bellissimo urlo, nel tuo grido sono entrata perchè è anche il mio. Complimenti.
  • laura cuppone il 03/04/2007 11:19
    ... dimenticavo... meglio idiota e vero che intellettuale e falso... evviva l'idiozia... l
  • laura cuppone il 03/04/2007 11:18
    passionale ed ossessiva... sangue freddo in sangue caldo... sofferenza è redenzione... non scordarlo mai... bella, bella, bella
  • Anonimo il 23/02/2007 14:59
    urlo... un urlo antico, continuo, lacerante, contorcente, obliante.
    Urlo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0