username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Urbino, tra sogno e realtà

E giravano i tornanti
come in una giostra
e Urbino mi appariva
come uscita dai versi del Pascoli
ventosa, bella e austera
Con i suoi torricini, la cupola del Duomo
che ridevano nella valle ombrosa.
Scalavo la lavaggine come oggi ho scalato gli anni
e lassù la piazza, piena di gioventù
di libri, di sogni, di speranze, di attese, di accenti.
Come personaggi medioevali,
persi nell'abbraccio di Urbino,
donna bella, generosa e colta,
carezza di terra dolce e aspra come
i monti della Cesana.
Perdersi dentro quel saliscendi di vie,
gli occhi pieni di stupore e l'affanno nel respiro,
come scalare la vetta di un monte,
dentro la storia, dentro un sogno,
dentro un dipinto di Raffaello,
dentro lo sguardo del Duca di Montefeltro,
durante una battuta di caccia,
dentro una poesia,
con il sapore della crescia calda in bocca.
Tornavo via,
mentre i torricini del Palazzo ducale
da lontano, mi strizzavano l'occhio
tra sogno e realtà...

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • tania rybak il 21/05/2010 12:43
    splendida
  • Nicola Lo Conte il 20/05/2010 23:25
    Rendi visibili le immagini che proponi...
    brava
  • Antonietta Mennitti il 20/05/2010 21:48
    Magnifica descrizione di una cittadina marchigiana piena di cultura medioevale. Ma oltre ad essere un sogno, è anche realtà. Brava Laura.
  • vasily biserov il 20/05/2010 19:09
    stupenda... come perdersi sotto i portici di bologna!! magica!
  • Salvatore Ferranti il 20/05/2010 18:18
    cinque stelline... tra sogno e realtà...
    grande laura!
  • Anonimo il 20/05/2010 18:15
    Bellissimi i viaggi che mi fai fare in queste belle città...

    bella poesia Laura...
  • Anonimo il 20/05/2010 17:36
    Urbino è un angolo della nostra anima, ti accorgi quando la vedi per la prima volta, ti sembra di tornare a casa. Urbino non ti entra dentro, è già dentro di te.
    Brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0