username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Elio

Tienimi con te
conservami fra le tue viscere,
dentro la carnagione d'orata
che m'illumina la via.
Nelle tue sfere profonde
tutto si confonde
l'universo si spande.
Fluido vitale
rinasco dal noise
dei tuoi pensieri sbiaditi
forse periti
per nicotina e prozac.
Voli su di me
m'intrecci, mi leghi.
Lasciandomi in piedi
nuda a tremare.
Come in riva
la mia onda
in te s'infrange.
Predicatore
di nessuna religione
diventeremo puro cotone
cosi' che nessun cerbero
ci scovera'.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 12/09/2011 16:27
    Originale e scritta divinamente... complimenti!
  • grazia savonelli il 07/05/2011 18:34
    parole originali e poesia non elaborata complimenti...
  • Gas Disaster il 25/04/2011 17:29
    Ma quanto è bella? Come la mia amichetta Teresella!
  • augusto villa il 09/01/2011 19:46
    ... nessun cerbero ci scovera'...
    Molto bella, passionale. -----------
  • Anonimo il 09/09/2010 15:44
    guarda che la "carnagione d'orata" vuol dire la carnagione dell'orata, il pesce! ma ti riprendi un attimo dall'oblio?
  • Nicola Lo Conte il 20/05/2010 23:19
    Insolita... ma bella...
  • Salvatore Ferranti il 20/05/2010 22:11
    poesia davvero molto bella ed originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0