username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La clamorosa assenza

Non m'illudo più:
so quanto sia precario tutto questo

Come tutte le cose belle
non durerà più d'un giorno
solo che non ho orologio
e l'ho perso del tutto
il senso dell'orientamento

Potrebbe essere già sera
o ancora primo mattino
ma sarà solo questione di tempo
come per la cessazione del battito

Un fattore che nessuno
potrà mai stabilizzare
su una frequenza che sia lontana
dal ruggire lesto della morte

Oggi ci affanniamo
-e forse è anche giusto-
ma domani?

Ci sarà di sicuro
qualche clamorosa assenza
che farà gridare allo scandalo
e metterà la parola fine
ad un discorso
forse mai iniziato veramente

E allora...
dove sta il vero senso
di questo andirivieni di parole?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • maria anita acciarini il 23/05/2010 20:19
    Qualunque sia la durata del nostro "viaggio", vale sempre la pena di vivere ogni istante pienamente, fino all'ultimo respiro. Poesia "forte", denota delusione, comunica il tuo stato d'animo con immediatezza, senza il bisogno di una seconda lettura. BRAVO.
  • Anonimo il 22/05/2010 17:19
    condivido appieno il tuo pensiero, mi ha emozionato...
  • Stefania Parolin il 22/05/2010 08:20
    Molto bella... versi profondi... Bravo...!!!
  • denny red. il 22/05/2010 04:03
    tutto ha un senso nella vita. E non solo un senso, ma tanti sensi, prova a pensarci.. vredrai un senso di tanti sensi, nella vita e nella morte. Profonda... poesia.
    bravo!! come sempre.
  • Anonimo il 21/05/2010 19:32
    Riflessione sulla caducità, sul nostro essere in vista della morte. Afferma Heidegger : "Un essere-per-la-morte è l'anticipazione di un poter-essere di quell'ente il cui modo dì essere è l'anticiparsi stesso". Poesia intensa, esistenziale, vera. Grazie Salvatore!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 21/05/2010 19:19
    Hai ragione Salva... stiamo ancora balbettando...
  • Paola B. R. il 21/05/2010 18:47
    Hai ragione! Ci affanniamo ad imparare a conoscere a sperimentare e quando diventiamo capaci, forti di un grande bagaglio di esperienze...è finità!!!
    E allora, perchè affannarsi?????
    Ottime riflessioni in poesia.
  • laura marchetti il 21/05/2010 18:22
    bellissima riflessione... il senso non lo sapremo mai... nessuno è mai tornato a dircelo
  • Patty Portoghese il 21/05/2010 17:17
    Un cielo, magari un universo di stelle brillanti... Bravo, Grande Sal!
  • Manuela Magi il 21/05/2010 16:36
    Mi metti veramente in difficoltà Sal.
    La tua poesia meriterebbe un commento straordinario. Vorrei analizzare ogni tuo verso ma ne uscirebbe una sorta di confusione, perchè ogni verso ha qualche cosa di veramente importante da dire.
    Non sono bravissima con le parole... mi riesce meglio il pensiero. Ti darei un cielo di stellette. Bravissimo.
  • loretta margherita citarei il 21/05/2010 14:48
    superba poesia, saggio, filosofo... ironico? super salva
  • Elisabetta Fabrini il 21/05/2010 14:29
    Non lo so dove sta il senso... ma a noi ci è dato di viverlo e finchè possiamo dobbiamo farlo, caro Salva, sempre consapevoli di quello che ci aspetta e che non possiamo evitare... sei magnifico quando scrivi queste cose!!
  • Antonietta Mennitti il 21/05/2010 11:31
    La vita ha un senso e siamo noi a darglielo, con la consapevolezza che si vive una volta sola, quindi rallegriamola con la gioia nel cuore, evitando la tristezza! Bravo Salvatore, 5 stelle tutte per te!
  • Maurizio Cortese il 21/05/2010 11:02
    Sembra di cogliere una certa arrendevolezza al destino della morte, forse esito di una situazione passata o presente; niente però accade per caso ed è proprio dell'uomo cercare un senso, che spesso da solo non può darsi. Come sempre mirabile l'uso della parola.
  • laura cuppone il 21/05/2010 10:42
    un nonsenso mai raggiunto nei secoli dei secoli...
    la morte non si fugge
    nè insegue
    é lei che decide
    noi della vita possiamo vivere
    e cercar di seguirla
    o sfuggirle
    ma anhe in questo caso
    non abbiamo
    nessun
    potere...

    scrivere avrà senso?
    ... e perchè no?
    al nonsenso di una certezza
    preferisco il senso
    dell'incertezza...

    un abbraccio Salvatore
    Laura
  • vincent corbo il 21/05/2010 10:37
    Una bella composizione, una risposta che dobbiamo cercare dentro di noi.
  • Anonimo il 21/05/2010 10:26
    Mi hai lasciata per un attimo senza parole... una poesia bellissima che fa riflettere... ma meglio... non soffermarsi troppo a pensarci... perchè ogni volta mi sale la rabbia per l'ompotenza di arrestare l'ingiusto! E così arresa... vivrò intensamente la vita!
    Un bacio a un grande e dolcissimo poeta!
  • Dolce Sorriso il 21/05/2010 10:03
    la vita stessa ha un senso,
    cogline ogni essenza...
    assapora i suoi gusti i suoi sapori,
    vivi senza chiederti nulla...
  • Anonimo il 21/05/2010 09:17
    Il senso sta nella vita... di un giorno, un'ora, un istante...
    non ritrovare l'orologio, non cercarlo nemmeno e vivi.

    Bellissimi versi e riflessione...
    buongiorno Sal...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0