PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

TERREMOTO INTERIORE

Nel vortice delle vibrazioni
Cado instabile e traballante
Nel rumore penetrante di dolore
Vedo sol’ danni e distruzione
Scompensata mi riassesto
Poi scivolo via,
fredda e sfinita
In codesto mio terremoto interiore.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 06/10/2008 10:37
    Bellissimo... un terremoto che sconquassando... porta alla Vita...
  • CLAUDIO CISCO il 12/09/2007 17:53
    strana davvero, meno male che coinvolge solo te, guai se ci fosse realmente come quello che coinvolse la mia città nel 1908, ciao
  • Riccardo Brumana il 17/03/2007 00:37
    bella e carica di emozione.
  • Duccio Monfardini il 16/03/2007 15:13
    Piaciuta. ciao, duccio.
  • ENZO FALBO il 14/03/2007 14:03
    PER ALCUNI, IL TERREMOTO INTERIORE È UNA CONDIZIONE COMUNE DI VITA. LA SENSIBILITA' CI PORTA A "SENTIRE" CON PIU' FACILITA' IL DOLORE.
    E PENSO CHE TU LO SIA!!!
  • antonio sammaritano il 07/03/2007 15:41
    non posso aggiungere altro perchè condivido quanto scritto da Luigi.
  • luigi deluca il 25/02/2007 07:39
    Potrebbe dare adito a diverse interpretazioni, mi fermo a quella metafisica, dolore per una (sofferta) decisione da prendere.
    gigi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0