accedi   |   crea nuovo account

A Edoardo Sanguineti

Quando il verde va di fiore
e si festeggia il Primo Maggio
sarà che un po' io mi rammento
che così era... "Rosso, proletario,
comunista e rivoluzionario".
Lì io ti conobbi e lì porto il ricordo
ai Pian di Praglia tra margherite bianche
... appassite e belle.

Spaziai come si spazia ad un poeta
così di te... cent'anni fa o giù di lì.
Allora commuovevo solo le aiuole
poeta tu che alla poesia sollecitavi
lo scriver mio.
Così ricordo che sorridevi
a legger tuo il mio incespicare e strazio
tra un verso austero e l'esempio tuo
mai riscoperto.

Oggi di te io mi rammento
ch'eran di Maggio quegl'anni miei...
Rossi, proletari,
comunisti e rivoluzionari...

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Grazia Denaro il 05/02/2012 19:08
    bell'omaggio ad un grande poeta.
  • Anonimo il 22/05/2010 23:38
    Bravo! Bell'omaggio ad un grande poeta e a sani ideali cui quel poeta ha onestamente creduto!
  • fabio martini il 22/05/2010 23:32
    grazie a voi tutte/i... un abbraccio sincero. fm
  • Anonimo il 22/05/2010 21:47
    Bellissimi versi...

  • B. S. il 22/05/2010 19:35
    Concordo con Marina, non ho vissuto quel periodo
    in prima persona, ma ne condivido comunque
    le idee.
    Ho invece apprezzato lo spessore e il valore di
    Sanguineti. Grazie Fabio.
  • Anonimo il 22/05/2010 18:02
    io non posso commentare qualcosa che non conosco, ma condivido i tuoi ideali -perchè basta spaziare un po' nella storia per ritrovarli attualissimi e veri in un tempo storico come questo che regredisce fino a rispolverare i vecchi manuali di filosofia politica.
    il languido ricordo, il rammarico, la commossa mano alta a salutare un'anima che dev'essere stata grande nella vita e sulla carta. rileggerò spesso le tue righe, una lacrima in bianco e nero.
  • Aedo il 22/05/2010 17:47
    Riesci a legare la commemorazione di un grandissimo poeta ai ricordi di un periodo particolare, quando si sperava che di colorare le utopie con i pennelli della realtà. Bravo Fabio!
    Ignazio
  • gian paolo toschi il 22/05/2010 16:44
    Commosso omaggio ad un uomo e poeta vero, così come erano veri e palpitanti gli ideali di quegli anni in cui un futuro sembrava a portata di mano.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0