username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nel pensiero di te

Mi perdo nell'astruso pensiero,
nell'indefessa area dismessa
-di me-
che nel vanto artefatto,
coglie a piene mani
quel senso di te
che d'effimero colma,
-ma non c'è-
Come appesa ad un'ancora, in bilico,
conto pieghe di fondali
sbiadendo quel cielo
dagli assurdi spiragli d'inverno.
Tramando dall'oggi al domani
certi passi claudicanti d'inedia
sui viali ad incrocio
che non vanno mai nel sole
-per il solito orizzonte di bruma-
Con dita infreddolite scriviamo nei versi
-la primavera lontana-
mentre il vento scompiglia le nubi, per noi.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Manuela Magi il 23/05/2010 13:06
    ... sarà che è domenica???? Anche io devo iniziare le letture.
    Grazie a te e buona giornata
  • - Giama - il 23/05/2010 12:25
    mi chiedo come sia potuta sfuggire all'attento sguardo degli amici del sito!
    io la trovo bellissima (affascinante il verso... Come appesa ad un'ancora, in bilico,
    conto pieghe di fondali)

    seriamente brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0