accedi   |   crea nuovo account

Ancora tu

Sei tornato
come un sogno
tra i pollini di una primavera
Sei entrato dentro di me
senza più difese
mi son lasciata accarezzare
respirare, rapire
Io e te
per un momento,
lontani dalla realtà,
scoprirsi ancora innamorati
di una vita che sa mentire
e gioca con le vite,
ma nell'illusione sa regalare
generosa e beffarda
incantatrice di serpenti.
Hai rapito i miei sensi,
mi sono colorata e profumata di
ieri, di oggi
di noi.
Dentro un avvolgente incontro
di sguardi e complicità,
dentro la carezza del vento
che ci ha visti,
sotto le stelle
ancora vicini...

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/07/2014 04:05
    molto apprezzata... complimenti

6 commenti:

  • clem ros il 24/05/2010 09:40
    Grazie, per un attimo mi sono immedisimato nel personaggio maschile, grazie.
    Per avermi regalato una dolce illusione.
  • denny red. il 24/05/2010 02:22
    bei versi, ben scritta, .. ma ancora tu!!! ma che te lo dico a fare? bravissima!! sempre brava!!
  • - Giama - il 23/05/2010 16:02
    l'incontro... reale, soganto... semplicemente l'incontro. e ciò che appare è l'abbandono al piacere dei sensi, l'impotenza dinanzi alla volontà dell'amore e del desiderio.

    complimenti piaciuta!
  • gian paolo toschi il 23/05/2010 15:29
    Sognante e incantata celebrazione di un incontro desiderato, reale o forse onirico. Speciale citazione quella dei pollini. Come qualcuno ha già sottolineato ironicamente...
  • Simone Scienza il 23/05/2010 14:25
    Il bisogno di ritoccare i colori del presente usando la tavolozza del passato è una necessità che a volte sento anch'io.

    Il risveglio però è quasi sempre molto brusco... strumento da usare con cautela quindi Laura
  • Anonimo il 23/05/2010 13:35
    Per un attimo ho pensato ad una forma di allergia primaverile!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0