PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Etera

riemergo
lentamente
dalla bruma cerebrale
chè m'hai dato donna
invece del tuo ipnotico corpo
rammento ancora
il colore del tuo cappellino
l'indefinibile colore della tua chioma
e, il rosso pesante dei tuoi zoccoli
l'invito a salire
sulla giostra dei sensi
gira e dondola, gira e dondola
per passa-parola
lo sanno tutti qual'è il tuo nome
fà rima con amore
nò, mi sbaglio
assomiglia a cuore
labbra mendaci
parole
intrise nel miele di cento fiori
ti ho vista, mentre uscivo
hai aggiunto una tacca
al tuo portafògli.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 25/05/2010 01:17
    T'invito a salire... lo sanno tutti qual'è il tuo nome...

    Bella poesia Ignazio...
  • loretta margherita citarei il 24/05/2010 13:39
    forte

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0