PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oltre la finestra

Dormo sulle parole.
Giornata noiosa,
mi uccide la vocazione.
Ci rinuncio malamente,
odio dimenticare le immagini della vita.
Ho visto l'odio che,
tra le nuvole cotonate,
scivolava battente sulla città.
Mentre il cielo invecchiava
la gente ringiovaniva,
non si sa come,
ma gli anziani non esistevano più.
Tutti giovani uomini
e belle donne di cartone.
Si bagnano al sole
e dimenticano il cuore.
Sto male di luce
mentre dolci melodie della sacralità
invadono la sporcizia di questo mondo.
S'inchinano alle parole
degli "uomini di Dio"
e sorridono sornione
alle filastrocche dei martiri del tempo.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • ELISA DURANTE il 29/11/2010 08:23
    Memorie di un conflitto interiore... Piaciuta.
  • laura cuppone il 14/06/2010 17:37
    molto interessante questo scritto..
    sempre uno sguardo oltre.. che poi é evidenza di un vuoto che prende il sopravvento.
    Persino la spiritualità é "un altra cosa"
    .. vera..

    mi piace lo stile.
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0