PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sfumature

Non è la rabbia che mi fa parlare,
ma il rimpianto del tempo passato,
imperterrito, preciso come un orologio
che scandisce le ore.

L'amico di un tempo che rifletteva
l'immagine splendente di anni colorati,
vissuti con l'ingenuità dell'adolescenza,
oggi mi rattrista;

lo evito, lo detesto!
unico riscontro della realtà.

Mai più vedrò il volto disteso,
oggi solcato da quelle linee definite espressive
che invece, testimoniano
quelle sofferenze che la vita non ci evita.

Sfumature,
contorni rarefatti di una giovinezza
che volge al desio.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Carmelo Rannisi il 13/08/2007 15:24
    Le tue parole Angelica, sono giustissime, l'anima ed ancor meglio innamorata non invecchierà mai. Io parlavo con lo specchio, mio " Nemico " solo lui è testimone dello scorrere della vita che cambia i nostri volti. L'anima è altra storia. Grazie per il commento, che reputo costruttivo. A rileggerci
  • Anonimo il 13/08/2007 15:08
    Non bisognerebbe rimpiangere il passato, e ogni tanto ricordare alla nostra anima che la giovinezza non deve sfiorire mai, il tempo può segnare i nostri visi ma chi ha un'anima innamorata di tutto ciò che è vita e che regala emozione non invecchierà mai. Complimenti Carmelo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0