username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sfiori

Sfiori con il ventre
-il mio-
pareti di sipari sull'infinito.
Sono effimeri perimetri
i vagiti della notte
- come rivoli d'amore-
tra i profumi e l'abbandono.
MI accarezzi i fianchi,
-le tue mani-
oh le tue mani,
parlano sulla pelle
-mentre le mie-
divagano sulle tempie
dei tuoi pensieri.
Mi parli della luna
- che sta a guardare-
lei, pallida intrusa
sul rovesciato cielo
che impera su di noi
dietro palpebre socchiuse
mentre si quieta,
-il mare-

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Antonio rea il 26/05/2010 07:25
    ... mentre si queta il mare!!! Un verso bello quanto passionale di una stupenda poesia, tenera, calda e scorrevole. Bravissima!!!!
  • laura marchetti il 25/05/2010 20:56
    bellissime descrizioni... quando parla l'amore...
  • Manuela Magi il 25/05/2010 20:41
    Grazie a voi
  • Salvatore Ferranti il 25/05/2010 20:13
    splendida questa poesia. pienamente apprezzata---
  • loretta margherita citarei il 25/05/2010 19:53
    fantastica
  • Anonimo il 25/05/2010 19:30
    Sensuale, parole che descrivono come un pennello sulla tela...

    Bella poesia...
  • vincent corbo il 25/05/2010 18:20
    Veramente uno stile unico da grande autrice.
  • rea pasquale il 25/05/2010 17:50
    "... oh le tue mani, parlano sulla pelle"
    Bellissime immagini di passione.
    Molto Brava.
    Ciao
  • Anonimo il 25/05/2010 17:34
    Piaciuta molto... uno stile personale. Brava!
  • Patty Portoghese il 25/05/2010 16:53
    Che immagini meravigliose, sai donare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0