PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fuggevole notte

Lo vedi questo mio pianto invisibile
tu, luna gioconda e amica serena?
No! no che non lo vedi...
a te sembra che io sia sempre la stessa
e invece...
Perché il mio sentire di adesso non è quello di ieri
quando scrutavi di me tutte le cose?
Cos'è che fa di un giorno, di un'ora o di un attimo
diverso da un altro
quando tutto è identico a sempre?
E tu notte fuggevole non affrettare il giorno
e ascolta il mio parlare
ancora una volta.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Aedo il 27/05/2010 23:58
    Nella notte ritroviamo il vero senso di noi stessi, lontani dalle consuetudini ovvie e dalle catene della ragione. Brava!
    Ignazio
  • denny red. il 27/05/2010 20:24
    una notte molto intensa! bella!! ben scritta!! brava!! Mad.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0