accedi   |   crea nuovo account

Forse andava così

Bè, che dire.
Il tempo passa e le cose cambiano. Badate bene, sia in meglio che in peggio.
Eppure, quando c'è di mezzo il dolore sulla tua via non s'intravede nulla, solo una sorte di buio pauroso, perché sì, ammettiamolo, non sappiamo più come andare avanti; come svegliarsi la mattina; come passerà la giornata. E tutto questo perché ci si sente SOLI, abbandonati a noi stessi.
E siamo proprio noi, che a volte non vogliamo che questo dolore finisca. Non vogliamo superarlo perché troppo legati a quello che c'è stato, e troppo impauriti per quello che avverrà.
Anche se ci sono centinaia di persone che cercano di darti una spinta, una mano, insomma di aiutarti, noi uomini restiamo bloccati all'idea che siamo soli.
E ci mancano, ci mancano profondamente tutti i momenti felici che abbiamo passato.
Ed è lì che rimugini sul fatto " Forse andava così..."

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Aedo il 27/05/2010 23:52
    Il senso dell'abbandono, la solitudine ci possono stringere come in una morsa, impedendoci di gustare il respiro della libertà. Ricordare i bei momenti del passato, può costituire una prigione dorata. Complimenti!
    Ignazio
  • Anonimo il 27/05/2010 23:37
    Ma sai, dicono che il tempo guarisce in parte, ti assicuro che è vero...
    rimangono dentro i ricordi, le ferite non sanguinano più, rimane la cicatrice
    a ricordarti che quando avrai un momento felice deve essere un tesoro inestimabile,
    da accudire e difendere... insegna il dolore!!
    Bella riflessione
  • loretta margherita citarei il 27/05/2010 21:00
    intensa riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0