PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tu non mi hai mai indossato

e poi verrà quel giorno
in cui io non ti cercherò
ma tu non te ne accorgerai
e io mi cancellerò
per non disturbare il tuo silenzio,
lo stesso silenzio di cui m'hai vestito
come sarta di una vita scucita
e lasciata su una sedia
in attesa di essere indossata
da altri modelli dissimili dal mio.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • loretta margherita citarei il 30/05/2010 20:12
    molto sofferta, ma è questa la sua bellezza, bravo
  • Anonimo il 30/05/2010 14:54
    forse è per questo che molti acquistano abiti nei grandi magazzini... nessuno a scucire nulla, mentre loro stessi li buttano via quando son dismessi... ma non so se è un modo meno triste d'amare...
    complimenti per la tua poesia...
  • karen tognini il 30/05/2010 14:37
    Molto.. bella... sofferta.. ma... versi.. unici...
    k
  • Elisabetta Fabrini il 30/05/2010 14:33
    un amore come un vestito... bella immagine.. bellissima poesia!!
  • laura marchetti il 30/05/2010 14:09
    bellissima poesia, triste e reale, ma tutto sommato basta cambiare sartoria...
  • Anonimo il 30/05/2010 13:32
    Ultimi appelli!!
    E scomparirò senza che tu te ne accorga, dismesso come
    un abito vecchio e dimenticato nell'armadio...

    ma ti prego, non da PR, scrivi benissimo e vorrei leggere della tua rinascita...
    faccio il tifo per te!!
    Bellissima poesia Paolo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0