username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cortèz

il guerriero Nauatl
tagliò l'orizzonte
col coltello d'ossidiana
navi
o dei
inviati dal fato
le micidiali armi ed il ginocchio
a terra posò
repentino
lo spietato iberico, non esitò
ed occupò
il proscenio del nuovo mondo
il guerriero giaguaro, prima
e suo fratello aquila, poi
conobbero
l'acciaio ed il piombo spagnolo
l'acre fumo ed il ferale emissario crociato
soffocarono Montezuma
Quetzalcoatl
si spogliò del suo oro
per fermare il conquistadore
la risposta di Cortèz
la si conosce a distanza di secoli.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 06/06/2010 14:28
    FANTASTICO... UNA STORIA IN POCHI VERSI!
  • ignazio de michele il 31/05/2010 14:30
    lusingato
  • Anonimo il 30/05/2010 23:27
    Bella Ignazio ed ora conosco anche la storia di Cortèz... la conquista
    del Messico, il massacro del Templo Mayor.
    La scaltrezza di Cortèz facendosi credere una divinità Azteca, Quetzalcoatl...

    Grazie, scritta in versi è bellissima...

    smackkk

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0