accedi   |   crea nuovo account

Lo specchio

in quotidiano
in cui viviamo
vi son presentanze
che veggon sol da
desio di fioca fiamma

la lussuria vaga nelle remote
strade di un pensiero introverso
e la passione, sua complice
pervade l'atmo intro sua sfera

due cercatrici e cacciatrici
di chimere e utopie
di amori e lasciti

esse
Fan Auspicar te
poichè abbandoni in
un infinicto dedalo

la qual'essa esistenza
è causa delle cause.

Crollano divine luci
e carpi fremiti, e pulsioni
Veementi.

è colui che Tenta,
addentra e contorce
le menti co' i sui
raggiri.

colui è chi
Mirandosi intro suo
specchio
raffiguransi introverso e
contrito.

Il varco al suo fronte
decreterà il fato,
gli scotti e il giovo.

La finestra al suo di fronte
sarà coscienza dello specchio
della sua riflettanza.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • francesco gioia il 01/06/2010 19:51
    se vuoi ti faccio la traduzione!

    "in quotidiano
    in cui viviamo
    vi son presentanze
    che veggon sol da
    desio di fioca fiamma"

    nella vita di oggi giorno abbiamo pulsioni "lussuriose"

    "la lussuria vaga nelle remote
    strade di un pensiero introverso
    e la passione, sua complice
    pervade l'atmo intro sua sfera"

    la lussuria (il sesso) si aggira sempre nel nostro pensiero selvaggio
    e la passione, che è la complice dela lussuria, è colei che ci spinge, a fare "quelle azioni" e che pervade l'attimo in cui si fanno

    "due cercatrici e cacciatrici
    di chimere e utopie
    di amori e lasciti"

    esse sono due cercatrici e cacciatrici di sogni e desideri di amori falsi e lasciti

    "esse
    Fan Auspicar te
    poichè abbandoni in
    un infinicto dedalo

    la qual'essa esistenza
    è causa delle cause."

    queste due (lussuria e passione) fanno di tutto, provocano anche il desidero di perderti nell'infinito labirinto... come il tunnel della droga per intendersi
    e la loro esistenza è un problema, ma non lo sono in verità perchè servono all'uomo per amare e procreare...è un problema nel momento in cui vengono usate male

    "Crollano divine luci/e carpi fremiti, e pulsioni/Veementi.
    è colui che Tenta,/addentra e contorce /le menti co' i sui/raggiri."

    crollano quindi i valori che ti sono stati insegnati e senti solo pulsioni e fremiti, che sono
    forti, impetuosi. Questo sentimento che senti è Colui che ti tenta, che si addentra dentro di te e contorce il tuo pensiero e tu caschi nei suoi raggiri, illusioni

    "colui è chi
    Mirandosi intro suo
    specchio
    raffiguransi introverso e
    contrito."
    questo COLUI è chi si vede diverso da quello che vuole apparire e nello specchio interiore si vede veramente come selvaggio e mortificato. cioè questo colui è chi ha una nevrastenia cioè vuole soddisfarsi sessualmente ma è dispiaciuto nel momento che ha soddisfatto la sua pulsione.

    "Il varco al suo fronte
    decreterà il fato,
    gli scotti e il giovo."

    chi lo vedrà dallo specchio esteriore decreterà se accettarlo, se passare con lui i dolori e le gioie, per soddisfare i suoi bisogni

    "La finestra al suo di fronte
    sarà coscienza dello specchio
    della sua riflettanza."

    Chi lo vedrà dallo specchio interiore sarà cosciente dell'animo vero che ha colui che si specchia.

    SPERO DI ESSERE STATO CHIARO
    FAMMI SAPERE
  • Guido Ingenito il 01/06/2010 18:20
    il linguaggio aulico è virtù per pochi. solo che certe volte mi sembra che ti incarti in acrobazie perdendo un po' di sostanza. forse sono io che non ho capito nulla.

    Guido

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0