PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La centrifuga di una lavatrice espelle il divino Amore

Donerò
il mio corpo

per intero
alle Tue mani

di esperta levatrice

senza cercare
punti di fuga

toglimi
il guscio
lavami
la pelle
dell'ostrica

fammi
partorire
nel mondo

la nostra madreperla di luce

il ridente Divino Amore

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 31/05/2010 21:35
    levatrice o lavatrice? scherzo, intensa cap
  • Anna G. Mormina il 31/05/2010 18:38
    ... mostrare agli altri, il Divino che sentiamo in noi... non è facile, altro che una levatrice ci vuole... grande Vincenzo!
  • cesare righi il 31/05/2010 17:29
    ieri sera in piazza a Modena vi erano 7 poeti che leggevano le loro opere:
    tu avresti fatto un figurone con questa.
    Molto bella. la levatrice che usa la lavatrice... mi è piaciuta... m aquesta non è una novità
    ciao Vince
  • karen tognini il 31/05/2010 14:27
    Bellissima...

    una centrifuga... d'amore...
    Bravissimo.. Vincenzo...
    k

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0