accedi   |   crea nuovo account

Scritta nel 2013

Grandinavano quel giorno di marzo del 2012 mattoni sui fiori di ciliegio

Ti ricordi
Amore

abitavamo
sfrattati da Tutti
sotto un ponte di arcobaleni

il Tuo corpo poetico cercava ancora di dare un senso alla nullità delle mie mani

scaldava l'aria

sperava

raccogliendo con la bocca aperta la saliva delle stelle cadente dal Cielo

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • nicoletta spina il 02/06/2010 22:39
    Le tue poesie sono tutte bellissime,
    ma in questa ti sei superato...
    seguo la tua fantasia e mi trovo nel cosmo di amorevole Poesia,
    e dè già domani.
  • Anna G. Mormina il 02/06/2010 17:25
    "... abitavamo, sfrattati da Tutti, sotto un ponte di arcobaleni...",... splendida strofa... quante stelle cadranno ancora... è una meraviglia Vincenzo!
  • laura marchetti il 02/06/2010 09:40
    stupenda... la speranza di un amore che guarda al futuro!!!
  • Anonimo il 02/06/2010 01:06
    Proprio bella!!! Grazie di questo canto, vincenzo! E
  • giuliano cimino il 02/06/2010 00:27
    ma come fai? semplicemente unica..
  • Cinzia Gargiulo il 02/06/2010 00:04
    Ah bè... mi sono emozionata con l'arcobaleno... volevo dire proporrò...
  • Cinzia Gargiulo il 02/06/2010 00:03
    Ah bè... sotto un ponte di arcobaleni mi piace... sì, sì... proporro quest'abitazione per il futuro al mio amore... sì risparmia pure sui riscaldamenti perchè ci scalda l'Amore!...
    Geniale!...
  • doriana amore il 01/06/2010 21:28
    Surrealismo e suggestione... tecnica da sviluppare, magari ci provo anch'io!!!!
    Mooolto originale!!!!!!
  • giusi boccuni il 01/06/2010 20:11
    magnifica... toccante e struggente, visionaria
  • Anonimo il 01/06/2010 18:34
    Bella fuori misura... ma in più c'è la genialità di trovare l'amore nel futuro e non come noi comuni mortali nel passato, nel rimpianto e nella nostalgia. Tra le mie preferite anche perchè densa di figure retoriche altamente poetiche. Ciao Capitano.
  • cesare righi il 01/06/2010 18:23
    letta nel 2025 mentre fuori nevica, è il 15 d'agosto e i ciliegi di Vignola sono in fiore...
  • afryka *°*° il 01/06/2010 17:51
    Un incantevole rifugio d'amore "sotto un ponte di arcobaleni"
    è l'amore ciò che ancora dà un qualche senso, una qualche speranza, sempre!
    futuristicamente romantica! Molto bella!

    *°*°AFRYKA*°*°
  • karen tognini il 01/06/2010 16:13
    Poesia stellare... di una bellezza che mi ha lasciata senza parole...

    Sublime... Vi... sei grande...
    karen
  • Simone Scienza il 01/06/2010 15:23
    nel 2013 allora sarai ancora tale e quale a oggi... STELLARE

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0