PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vergine Ascolta

La quieta Vergine di salmo vestita
rifugge dal viso cospetto moderno.
Del Figlio sapiente avrete già letto
lo strazio, ucciso sulla croce, indifeso.
Si dice dei mìti :io tengo famiglia.
giacchè basta un Dio al netto dell'oro.
Prendete le femmine, ascoltate i soffi
della speranza materna, anche l'ultimo
traditore ha il diritto del nome.
La madre di Giuda d'appresso la segue
tremando lavora sul ricamo di un cane.
Liriche masse giaciute
sull'empio crinale dell'odio
ascoltano messe pagate anche troppo.
Nel tempio riluce il gozzo di un porco,
crocezzinaro, ardente cristiano,
che al porcile ritorna con gli affari più belli.
L'empio soave ritorna alle Bibbie,
al primo sibilo dell'infante Caino.
Il nipote di Dio è un assassino.
Perciò non tremate,
l'oblio necessita una penale.
Nelle Madonne delle bestemmie
si vorrebbe anche quelle sapere discinte;
Mentre in quelle che chiamano il suo Sposo
celeste si sfida la sorte nell'adamitica prosa.
E sempre si prega alla moneta perduta
l'unico solco della giovane storia,
La Lega tremenda s' incipria la fava,
i druidi se ne vanno e la forca s'acclima
sulla vena di Roma.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 16/08/2012 15:40
    Ben scritta, pittoresca e quindi molto piaciuta davvero!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0