username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi sfiorò

Mi sfiorò la tua presenza
-improvvisa-
Mi arrivò come un bagliore
dalle ombre
della stasi
-la mia-
Mi sfiorò la nuca, il collo
fino poi ad insinuarsi
sulle corde del mio corpo
quando divenne leggerezza,
come piuma che si è persa.
Non sapevo tu chi fossi,
sopraggiunse primavera
e l'odore delle rose
mi sconvolse, mi trattenne.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Manuela Magi il 04/06/2010 12:56
    Buona giornata... so indaffarata.
  • Hila Moon il 04/06/2010 10:53
    5 stelle per questa poesia
  • Nicola Lo Conte il 04/06/2010 10:07
    L'amore passa le vite... ecco perché, a volte,
    ci stupisce la magia di un incontro...
    brava... crei emozioni
  • Antonio rea il 04/06/2010 07:20
    Versi suadenti e dolci!! Poesia bella, intensa penetrante e leggera! Brava Manu, sei stupendamente vera!!
  • Fuvell Altego il 03/06/2010 23:10
    È sicuramente interessante il connubio tra la presenza leggera di un corpo che sfiora e l'inebriante profumo di rose. Un filo rosso lega questa sospensione. Bella poesia, scorrevole, melodiosa e profumata.
  • Anonimo il 03/06/2010 22:34
    ... un brivido mi prese e scese giù lungo il corpo
    e mi catturasti estasiata come profumo di rose...

    Manu è perfetta..
  • Manuela Magi il 03/06/2010 22:07
  • Salvatore Ferranti il 03/06/2010 20:47
    poesia molto bella. intensa e dolce...
    da rileggere per gustarla al meglio
  • maria anita acciarini il 03/06/2010 20:08
    dolce passione di sensualità lieve. Brava!
  • Antonietta Mennitti il 03/06/2010 19:51
    5 stelle tutte tue cara romanticona!!!!!!
  • loretta margherita citarei il 03/06/2010 19:24
    ma che bella
  • Auro Lezzi il 03/06/2010 19:22
    Sempre più solare che mai...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0