PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Jogging

Lo sguardo allucinato,
fisso su mete invisibili,
contando monete e gloria,
correvo intorno a me stesso
una corsa solitaria

Sono inciampato, d'improvviso,
nel tuo caldo sorriso,
luminoso riflesso catturato
dall'asfalto bagnato.

Nello stramazzo sono rotolate via
e monete e
della gloria ho perso la misura
e la memoria.

Non corro più, ora.
Cammino tenendoti per mano,
lo sguardo illuminato.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 04/06/2010 23:22
    E che bella inciampata... fossero tutti così i capitomboli!!

    felice per te, bellissimi versi Fabricio...
  • anna rita pincopallo il 04/06/2010 08:26
    5 stelle la vita certe volte ci riserva piacevoli sorprese... molto dolce
  • Anonimo il 04/06/2010 08:01
    Bella quello che si perde, la corsa, si recupera bene.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0