accedi   |   crea nuovo account

Un nido sotto la grondaia

Non ero
che un fiore
appena sbocciato,
per alcuni
figlio dell'amore,
per altri
figlio del demonio,
eppur
non mancava
di farmi visita
un passerotto campagnolo
che pur
di starmi accanto
un nido
sotto la grondaia
di casa mia
s' era fatto,
e cinguettava,
cinguettava
per allietar
e placar
l' alma
e lo core mio
ancor ribelle
ne lo spirito
giovine e bello.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • antonio pinzi il 12/04/2011 17:48
    Le chiedo scusa, ma non ho capito il senso seppur riconosco l'intensità dell'anima. Ontano
  • Cinzia Gargiulo il 04/06/2010 22:52
    Versi piacevolissimi. Sempre bravo Don!
    Ciao...
  • cesare righi il 04/06/2010 17:48
    molto bella, solo gli "animali" (animali si fa per dire) sanno leggere l'anima degli "uomini" (uomini si fa per dire)
    Bravo Magno Pompeo Insuperabilis...
  • Anonimo il 04/06/2010 14:47
    Bella, pulita, genuina e piena di nostalgia dei tempi andati. Una poesia positiva che fa cinguettare il cuore del lettore donandogli l'emozione di un bel ricordo.
  • Dolce Sorriso il 04/06/2010 13:36
    che incanto questa tua... piaciutisssssima
  • laura marchetti il 04/06/2010 12:58
    bellissima come la vita...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/06/2010 12:52
    Nel Tuo cuore in Fiore.. si è annidato un Passerotto...

    Molto bella Don... un volo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0