accedi   |   crea nuovo account

Passato

e allora ho conosciuto la malinconia
ed era in quella casa che profumava di biscotti
dove in passato tanti erano stati i giorni felici
dove soffici carezze di mamme e nonne
mi avevano convinto di essere speciale
si sbagliavano
non lo ero, non lo sono
c'erano in serbo grandi speranze
restano briciole di tristezza
voi non ci siete più e la mia infanzia è navigata via.
ma dove sono quegli anni?
e dove è finito il mio sorriso?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • ELISA DURANTE il 18/10/2010 14:19
    Malinconica e bella, con un errore, però. Tu lo eri e lo sei, speciale, perchè sei unico.
    Se ci pensassimo più spesso, al fatto che siamo speciali, ci vorremmo più bene.
    Un abbraccio!
  • Anonimo il 02/07/2010 17:06
    Per fortuna esiste il ricordo a mantenere in vita il passato piacevole...
    La poesia è molto bella, scritta con semplicità e sentimento vero.
  • giovanna raisso il 15/06/2010 23:09
    .. sono dentro di te.. in queste" briciole di tristezza "un po' di tutti noi..
    bella Vincenzo
  • Manuela Magi il 11/06/2010 18:23
    Grazie del tuo commento.
    Ho curiosato quì... splendida poesia.
  • vincenzo rubino il 08/06/2010 10:14
    grazie. delle persone care, ricordi e malinconia è tutto quello che qui ci resta. da qualche altre parte chi sa...
  • Anonimo il 08/06/2010 06:49
    Bella e profonda... la malinconia la si sente fin dai primi versi... sono le poesie che preferisco... forse le mamme e le nonne avevano ragione a dire che eri speciale. questa poesia ha anche il pregio di farci fare un passo a ritroso nel tempo, come per magia. E poi mi sono piaciute le parole dirette, vere, non ricercate. Non c'è enfasi ma sentimento... e questo mi piace. Ciao
  • vincenzo rubino il 04/06/2010 11:23
    il fatto è che spesso ci accorgiamo di quanto sia magica la semplicità e la naturalezza dei vari stadi della nostra vita solo quando sono passati. ecco è proprio questo che mi fa provare malinconia ma una malinconia buona dalla quale ti lasci cullare.
  • Anonimo il 04/06/2010 11:07
    Molto malinconica, ma estremamente profonda. Esprime l'esigenza di ritornare alla sicurezza e alla pace d'animo che solo l'involucro materno ti sa dare. Ogni uomo è un po' bambino, ma il fatto di voler risintirsi bambino, lo rende uomo, segnato dal trascorso del passato. Tu sei un uomo... un uomo molto profondo...
  • laura cuppone il 04/06/2010 10:42
    oh, Vincenzo... dolcissima e malinconica..
    ogni tanto faccio la crostata se so che mio fratello verrà a trovarmi
    e ci viene con le mie nipotine...
    e la casa profuma di bucato e dolci
    come quando erevamo piccoli...
    i ricordi sono incisi in tutte le nostre componenti.. mentale, cellulare...

    tu sei ora.. un uomo ancora capace di provare nostalgia per quei gesti semplici ma fondamentali..
    pochi ragazzini oggi ricorderanno domani qualcosa del genere... purtroppo.

    speciale questa poesia che, se non ti dispiace, conservo tra le preferite.
    ciao Vincenzo
    Laura
  • Nicola Lo Conte il 04/06/2010 10:19
    La tua è la delusione di chi crede e proietta tutto in una sola vita!
    Nessuno è in grado di realizzare ciò che desidera in un sola vita...
    Tutto ha un senso... credimi!
  • anna rita pincopallo il 04/06/2010 08:07
    purtroppo questa è la vita, che toglie gli affetti più cari, ma i ricordi restano nel nostro cuore e danno la forza per vivere e sorridere ancora...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0