accedi   |   crea nuovo account

Death of a thought

Lasciarti al fiume
al fango di parole in precipizio
lasciarti a flash famelici
a rapaci domande al carbonio
al profumo di nuovi aspetti
a conciliarti col lattice colorato
col polline disperso
a tastarti le dita di calce
senza impronte
da lasciare

Vedrai
sarà facile
mentire a sprazzi
e col resto
diffamare la tua parte buona
guardandola dalla trincea
del doveroso giusto
rifocillarla
di secchi quadrifogli
vasi della verità
odori settembrini
scorie immemorabili

Inebrierai di te
di ciò che mai
sarai
sputando in faccia
la soluzione
che ti racchiuda
immacolato e forte

E sarò vigile spettro
tra le tue viscere
nel dimenticarti
nel difenderti dallo sguardo vischioso
che ti ingoia come un sole
a ovest di lucidi bottoni...

... e sarò tentata ancora
e invece dovrò recidere
la carotide indifesa
al povero
pensiero
di passaggio...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • augusto villa il 06/06/2010 22:04
    Complimenti!...'sassina!!!
    Ciao... ciao!!!... Vado... sennò tagli la carotide pure a me...
  • Anonimo il 04/06/2010 23:01
    Waw Laura... uccidere un pensiero.. e sarò vigile spettro tra le tue viscere
    nel dimenticarti e anche se sarò tentata piuttosto uccido recidendo il pensiero
    appena nato... waw... decisa non c'è che dire!!!

    Bellissima, impavida forza prorompe in questi versi!!
  • Vincenzo Capitanucci il 04/06/2010 21:46
    Splendida Laura... poveri noi... sempre catturati da pensieri... anche i più innocui sono mortali...

    oggi avevo scritto... voragine... ingoiami in gioia... poi non l'ho pubblicata perché sto diventando sempre più pigro al pensiero...
  • loretta margherita citarei il 04/06/2010 20:39
    ti occorrono nuovi pensieri, nuove cose, se vuoi rinascere piaciutissima
  • denny red. il 04/06/2010 20:26
    grazie laura c. molto gentile di avermi risposto, un centinaia di anni?? devo contarli laura c. non mi ricordo.. son passati un infinità di secoli, ti farò sapere.. in un altra vita, te lo dirò! Che casino.. laura c.
  • laura cuppone il 04/06/2010 19:10
    ce li hai, ehm vediamo... un centinaio di anni?????

    perditi...
    questo é lusinghiero per me.

    grazie.. denny.
    lau
  • denny red. il 04/06/2010 18:42
    laura c. questa se permetti me la devi spiegare.. la poesia è ben scritta! ma.. me la devi spiegare...
    laura c. non mi ricordo,, che giorno è oggi. MI SONO PERSO??
  • laura cuppone il 04/06/2010 17:25
    e corroboriamoci terry..
    tanto.. abbiamo da perdere?

    ... forse.. ma é inevitabile.

    un bacio sorellesco..
    Lau
  • terry Deleo il 04/06/2010 17:10
    La forza che abbiamo dentro di noi tiriamola fuori! è anche questo dare un senso alla nostra esistenza.
    La tua poesia è un corroborante.
    terry
  • laura cuppone il 04/06/2010 16:37
    i pensieri sono soldati
    ben addestrati
    ... bisogna farli entrare
    per riposare
    bisogna difendersene
    se vogliono attaccarti e farti prigioniero.
    bisogna caricare le armi
    per farli
    sparare.. alla noia... al niente...

    a volte
    corrono da soli
    incontro alla morte
    oppure
    cercano di convincerti che sapranno difenderti
    senza scudi..

    a volte sono vecchi e pesanti e come una droga circolano, come una droga ti ingannano...

    come detto, ne ho piene... le scatole..,)
    il pensiero non esiste
    senza di me...
    io senza di lui
    si.

    grazie!!!!
    Lau
  • Guido Ingenito il 04/06/2010 16:21
    sembra di leggere un seguito del Ghost pubblicato poco fa, ma molto più incazzato. il fantasma ha deluso? o peggio: il fantasma ha illuso? ovviamente questo è un mio viaggio mentale, so che le due poesie vivono di aria propria. ma il fatto che mi sono un viaggio leggendoti è un ottimo segno Lau - bravissima!!!

    Guido
  • laura cuppone il 04/06/2010 15:51
    diciamo che ne ho... abbastanza?
    ... nel radunare rami secchi
    forse si da fuoco anche a virgulti...
    purtroppo...
    ma é meglio così...
    si passeggia meglio in pianura.
    (parlo sempre di pensieri... forse..)
    un bacio fatato dolce Anto.
    lau
  • antonio monteleone il 04/06/2010 13:21
    leggo della rabbia in questa poesia
    la voglia di non cedere un altra volta?
    ... non so...
    bella davvero però...
    ciao cara
    Antonio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0